mercoledì 30 settembre 2015

cialde dolci

Imparate a fare le cialde fatte in casa e potete fare dolci in tante forme diverse da farcire  con panna creme o solamente delicati biscottini con pochi semplici ingredienti

Ricetta base per le cialde

2 albumi
60 g di zucchero a velo 
60 g di burro fuso freddo
 60 g di farina

mescolate in una ciotola gli albumi  con 60 g di  zucchero a velo  unite il burro fuso  e la farina amalgamate bene fino ad ottenere una pastella abbastanza densa  e omogenea, tenetela in frigo per mezz'ora
imburrate una placca da forno  raccogliete la pastella in una tasca da pasticciere  con una bocchetta larga liscia  strizzatela e  sulla placca a mucchietti  distanti 5 cm uno dall'altro.


Ricetta per le cialde groffate

150 g di burro
un cucchiaio di zucchero a velo
 3 tuorli
6 cucchiai di farina
3 albumi

raccogliete in una ciotola il burro a pezzetti con un cucchiaio di zucchero a velo  e lavoratelo fino ad ottenere una crema incorporate i tuorli  la farina e gli albumi scaldate la cialdiera  sulla fiamma spennellata internamente di burro fuso versatevi uno strato leggero di pastella  chiudetela e mettete di  sul fuoco  per un paio di minuti  staccate le cialde con una spatolina

cestini di cialde alle mandorle

Preparate la ricetta base dopo aver messo sulla placca la pastella cospargete di mandorle a lamelle cuocete a 200° per 5 minuti 
Appena la pasta sarà  rappresa  e i bordi leggermente dorati  mettete velocemente le cialde su  tazzine capovolte in modo da dare la forma di centini
Potete servirli con gelato  o macedonia  come volete

cialde al croccante
per ottenere dei cestini più consistenti si usa una base di croccante alle mandorle

ricetta per il  croccante alle mandorle

300g di zucchero
1 cucchiaio di succo di limone
 mezzo bicchiere di  acqua
200g di mandorle spellate tostate e tritate

fate caramellare lo zucchero  con il succo di limone  e mezzo bicchiere di acqua, quando sarà di colore bruno dorato  mescolatevi le mandorle  rovesciatelo su un piano di marmo  lavoratelo per qualche istante  con una spatola  dividetelo in porzioni e fate dei dischi sottili prendete un coppa pasta o una tazzina per rifinire i bordi

tegoline sigarette o coni
 preparare la ricetta di base quando saranno cotti i dischetti  subito appoggiateli su un mattarello  e fateli aderire leggermente  per le sigarette arrotolateli su un manico di un cucchiaio di legno sovrapponendo i bordi
Lasciate raffreddare
per i coni avrete bisogno di una bocchetta per tasca da pasticcere piuttosto grande arrotolate li a cono e infilateli nella bocchetta lasciate raffreddare

Ecco le ricette per le creme

crema pasticciera
montate 4 tuorli con 80 g di zucchero incorporate 50 g di farina
e diluite con mezzo litro di latte  profumato con un baccello di
vaniglia  cuocete fino a farla addensare

crema al mascarpone
lavorate 2 tuorli  con 3 cucchiai di zucchero  a velo e profumate con un cucchiaio di rum  aggiungete  250 g di mascarpone e sbattete fino ad ottenere una crema  soffice  incorporate 2 albumi  montati e tenete in frigo per  un paio d'ore

crema al caffè
Montate 4 tuorli con 80 g di zucchero unite 30g di fecola una tazzina di caffè ristretto e 4 dl di latte  cuocete a fuoco basso  fino a che la crema si sarà addensata, lasciatela raffreddare

crema all'arancia
Montate 200g di panna con un cucchiaio di zucchero a velo  incorporate 4 cucchiai di crema pasticciera  e 20 g di scorzette di arance

sfogliatelle napoletane

le sfogliatelle napoletane ricce sono un rinomato dolcetto farcito della Campani, caratterizzato da  una pasta che in cottura  si apre in molteplici strati  consistenti e croccanti.

dosi per 12 pezzi

ingredienti
per le sfogliatelle 
400g di farina
245 g di burro
15 g di strutto
sale
per il ripieno
150 g di latte
100g di ricotta
50 g di zucchero
40 g di semolino
30 g di arancia candita
1 tuorlo
1 baccello di vaniglia
cannella


lavorate velocemente la farina con 80 g di  burro freddo tagliato a tocchetti  e lo strutto  quindi impastate  con 200g di acqua  in cui avrete sciolto 10g di sale  fino ad ottenere un impasto omogeneo
Dividete  in 8 palline  copritele e ponetele in frigo per 30'
Preparate il ripieno  portate a bollore il latte con 15 g di burro e  i semi  raschiati  dal baccello di vaniglia  tagliato a metà per il lungo  versatevi a pioggia il semolino e portate a cottura  mescolando fino a che la crema non si staccherà dalle pareti  ci vorranno 10'  lasciate raffreddare e lavoratela con la ricotta lo zucchero a velo il tuorlo l'arancia  candita a tocchetti  e una spolverata di cannella .
Preparate le sfogliatelle. stendete sul piano infarinato un panetto  il più sottile possibile 
Spalmate con 150 g di burro  a pomata le sfoglie  e sovrapponete gli altri stesi sottili spalmati di burro  facendoli aderire  molto bene 
arrotolate l'impasto  e ponetelo in frigo per 15'
tagliate il rotolo  in rondelle  spesse 2 cm  con un coltello ruotate il pollice nella rondella in modo da formare una coppa farcitela  con una cucchiaiata di ripieno  e sigillatela bene dandogli una forma di conchiglia  fate così per tutte 
disponete le sfogliatelle su una teglia  e infornatele a 220° per 20'

ananas caramellato

ananas caramellato
ananas caramellato - ricetta -
dosi per 4 persone

ingredienti

1 ananas
succo d'ananas
burro
zucchero di canna
rum scuro cubano
una maracuja

tagliate l'ananas a pezzetti  regolari eliminando la parte centrale e dura del frutto facendo  attenzione a tenere il guscio intero per la presentazione

. Spumeggiate mezzo cucchiaio di burro in un tegame antiaderente  e poi unitevi l'ananas. Cuocete a fiamma dolce con coperchio  per 30 minuti   mescolando di tanto in tanto

Poi aggiungetevi 1/2 bicchiere di rum. Assicuratevi  che i liquidi non  evaporino troppo perché l'ananas brucerebbe  e infine a cottura ultimata togliete l'ananas  fate asciugare il succo.
Trasferite ancora  l'ananas nello stesso tegame  unite ancora mezzo cucchiaio di burro fate spumeggiare quindi mettete  1 cucchiaio generoso di zucchero di canna   e 1/2 bicchiere di rum alzate la fiamma e aggiungete  una spruzzata di succo di ananas fate caramellare il tutto a fiamma moderata. una volta caramellato mettete l'ananas nel suo guscio  Versate questa salsa sulla frutta ricopritela con la polpa di maracuja e servite la frutta

l'idea carina è quella di servire l'ananas nel suo guscio  per una presentazione davvero originale e particolare

ananas caramellato - ricetta -

flan di carote

il flan di carote  è una morbida purea di carote dolce rivestita di cioccolato nocciole e granella di biscotti

dosi per 6 persone
ingredienti

per i flan
6 carote di medie dimensioni
un'arancia non trattata
200ml di panna
3 fogli di gelatina
zucchero semolato
per la salsa e la decorazione
latte intero
100g di nocciole
100g di cioccolato bianco
25 g di margarina vegetale
5 biscotti secchi integrali


Preparate i flan di carote Lavate l'arancia asciugatela e grattugiatene 2/3 della scorza
Pulite le carote privandole del ciuffo  e raschiandole sciacquatele  e cuocetele in acqua bollente  e salata per 20' .
Fate ammorbidire i  fogli di gelatina  in abbondante acqua fredda per 15 minuti 
scolate le carote e  frullatele fino ad ottenere una purea  omogenea. Trasferitela  in una casseruola  con la margarina 5 cucchiai di zucchero  la scorza di arancia grattugiata e fate insaporire 5'.
poco prima di toglierla  da fuoco incorporatevi la panna e fatela assorbire togliete dal fuco e metteteci i fogli di gelatina scolati e strizzati
Quando il flan di carote  comincerà ad addensarsi  trasferitelo in 4 stampini  e fatelo rassodare per 6 ore.
Preparate la salsa Tritate le nocciole finemente ricavate dall'arancia delle striscioline  di scorza sottili con l'aiuto  di un pela verdure
sbriciolate i biscotti il cioccolato.
In 1 bicchiere di latte in un pentolino a bagnomaria  unitevi il trito di nocciole e mescolate fino a che non otterrete una salsa omogenea
sformate i flan di carote versatevi la salsa e decorate con  i biscotti secchi e nocciole

tagliolini agli scampi

i tagliolini agli scampi si fanno con pasta lunga all'uovo  scampi freschissimi  pomodorini rossi basta poco per preparare un piatto con i fiocchi

dosi per 4 persone

ingredienti
500g di tagliolini all'uovo
500g di scampi
100g di prezzemolo
500g di pomodorini
olio  sale e pepe nero

tagliate i pomodorini togliete i semi e tritateli grossolanamente.
In una padella  antiaderente piuttosto grande  fate soffriggere gli scampi con 3 cucchiai di olio  e dopo circa 3'  aggiungete i pezzetti di pomodoro e metà del prezzemolo tritato spegnete e coprite
portate ad ebollizione abbondante acqua salata  e cuocetevi i tagliolini  scolateli molto bene e uniteli agli scampi  fate saltare il tutto per 1 '  a fiamma alta servite con il prezzemolo tenuto da parte

martedì 29 settembre 2015

pollo ripieno

in questa ricette del pollo ripieno il pollo viene coperto di ripieno e poi arrotolato i pomodorini secchi la pancetta le spezie lo rendono molto saporito ottimo servito con patate

dosi per  4 persone
un pollo disossato 1 kg
100g di pomodori secchi sott'olio
un dl di vino rosato
un dl di brodo vegetale
1 cipollotto
2 cucchiaini di  semi di finocchio
6 fette di pancetta
un mazzetto di timo
e uno di maggiorana  un rametto di rosmarino
2 cucchiai di olio
sale e pepe

scolate i pomodorini secchi  tritateli con il cipollotto la maggiorana il timo.
Appiattite la carne  con il batticarne salatela pepatela spalmatela con il trito  preparato e i semi di finocchio
Arrotolatela  formando un rotolo stretto  avvolgetelo nella pancetta legatelo inserendo un rametto di rosmarino
Mettete il rotolo in una teglia infornatelo a 160à per 35'  bagnandolo con il vino e il brodo
tagliate il pollo ripieno a fette  sistematele su un piatto  e servite

biscotti salati

questi biscotti dalla forma di madeleine sono la versione salata dei famosi dolcetti francesi  resi famosi da Marcel Proust  sono ottime servite con aperitivi e ideali per i buffet

dosi per 4 persone

ingredienti
230 g di zucchine
150 g di farina
mezzo cucchiaino di  lievito per torte salate
uno scalogno
2 uova
2 cucchiaini di latte
2 cucchiaini di senape
100g di groviera
25 g di burro
sale

preparate i biscotti salati sgusciate le uova  in una ciotola aggiungere il latte  la senape il burro sciolto freddo  e una presa di sale.
Sbattete con una frusta  per amalgamare gli ingredienti poi incorporate poco alla volta la farina setacciata con il lievito  e lo scalogno  tritato  e sbattete fino a che  avrete un composto liscio ed omogeneo.
Spuntate le zucchine  grattugiatele con una grattugia a fori grossi  fate lo stesso con i groviera aggiungete entrambi al composto preparato
suddividete il composto in stampini da madeleine  leggermente unti di olio mettete in forno per 20 minuti  sformate i biscotti  e lasciate intiepidire servi
te

patatine fritte croccanti

le patatine fritte croccanti sono facilissime da fare quindi preferite quelle fresche e senza conservanti molto più gustose  di quelle confezionate 

dosi per 4 persone

ingredienti

600g di patate a pasta gialla
olio di semi di arachide
sale

Lavate bene le patate asciugatele pelatele  e tagliatele a fettine finissime 
Immergete le fettine di patata  in una grossa ciotola di acqua fredda questo passaggio serve per ottenere patatine croccanti.
scolatele asciugatele  scaldate abbondante olio  in una padella  e  friggete le patate  immergendole poche alla volta  scolatele con un mestolo forato su carta da cucina.
Una volta fritte salatele  servitele come contorno snack  o aperitivo se volete accompagnatele con ketchup

testaroli al pesto

simili alle crespelle  i testaroli al pesto sono una specialità toscana che si prepara anche in alcune zone dell'Umbria  Prendono il nome da "testo" lo speciale  disco di ghisa o di terracotta sui cui la pastella  viene cotta.
Se non abbiamo il testo possiamo cuocerle su una piastra per crepes o una padella antiaderente

dosi per 6 persone

ingredienti
600g di farina bianca
6 cucchiai abbondanti di pesto
olio
6 cucchiai di pecorino
sale

preparate i testaroli  setacciando la farina con una presa di sale e fate una fontana versate 5 dl di acqua circa e lavorate i 2 ingredienti fino ad avere una pastella fluida ma  consistente senza grumi
cuocete i testaroli scaldando il testo  versarvi sopra un mestolo di pastella  stendendola con il dorso del mestolo   lasciate dorare poi girateli.
Tagliateli a losanghe e  tuffateli in acqua bollente leggermente salata e cuocete per pochi minuti
scolateli  e conditeli con il pesto diluito con un po' di acqua della cottura e un filo di olio  serviteli

lunedì 28 settembre 2015

frittelle di patate

queste frittelle di patate sono arricchite con i chiodini  ottimi per gusto e dimensioni per questa ricetta

dosi per 4 persone

9ì800g di patate
200g di chiodini
1 spicchio di aglio tritato
prezzemolo tritato
erba cipollina e timo
 burro sale e pepe

lessate le patate per 40' circa poi pelatele schiacciatele.
rosolate i chiodini in una noce di burro con aglio e prezzemolo erba cipollina timo  salate
unite i chiodi in al pure di patate aggiustate di sale e pepe   formate delle polpettine di patate rosolandole in burro spumeggiante  servite quando sono ben dorate.
 

torta ai mirtilli

la torta di mirtilli è un tipico dolce del Trentino Alto Adige squisita perché servita calda sprigiona tutti i sapori della montagna

dosi per 8 persone

ingredienti

70 g di burro
60 g di zucchero
2 uova
300g di farina
1 bustina di lievito per dolci
1 bicchiere di latte
burro
450 g di mirtilli neri
60 g di panpepato sbriciolato
zucchero a velo

dopo aver montato il burro con lo zucchero  in crema spumosa  unite i tuorli  d'uovo  poi la farina  mescolata con il lievito  aggiungete il latte  infine  gli albumi ben montati
versate il composto in uno stampo  cospargetevi i mirtilli  e il pan pepato briciolato  fate cuocere a 200°
servite la torta di mirtilli calda ricoperta di zucchero a velo

focaccia dolce

per preparare questa focaccia dolce all'uva se siete alle prime armi o se avete poco tempo potete usare pasta da pane già pronta  avendo cura di impastarla con la cannella e olio, se volete renderla più lucida spennellatela con il miele

dosi per 6 persone

500g di farina
10 g di lievito di birra
1 pizzico di sale
2 cucchiaini di olio
5 cucchiai di zucchero
3 cucchiaini di cannella  in polvere
un grappolo di uva rossa e uno di uva nera
3 chiodi di garofano
olio

preparate la focaccia dolce. Fate una fontana con la farina sbriciolate al centro il lievito scioglietelo con 3 cucchiai di acqua tiepida e lasciate riposare  per 10'  mescolate il sale un cucchiaino di zucchero, 2 di olio, 2 cucchiaini di cannella e 2,5 dl di acqua con questo composto  impastare la farina e il lievito  per una decina di minuti poi mettete la pasta in una terrina  copritela e lasciatela lievitare al caldo per 30'.
lavorate  ancora la pasta per eliminare l'eccesso di aria stendetela in una teglia e lasciate lievitare.
lavate l'uva  sgranatela e asciugate gli acini  quindi distribuiteli sulla pasta premendoli con le dita  e spennellate d'olio la superficie. Pestate i chiodi di garofano, mescolateli con il resto dello zucchero e della cannella  e distribuite il miscuglio sulla focaccia.
Cuocete la focaccia in forno già caldo a 180°  per 35'  poi abbassate a 160° e proseguite la cottura  per altri 15'.
Al termine pungete la focaccia con uno stecchino  per controllarne la cottura se rimane asciutto è pronta  accendete il grill e lasciate caramellare  la superficie servite la focaccia tiepida o calda

zuppa di funghi

la zuppa di funghi è ideale per questa stagione facile e gustosa e vegetariana

dosi per 4 persone

ingredienti

500g di funghi misti
2 grosse patate
1 cipolla
1 carota
1 costola di sedano
 1 mazzetto di erbe aromatiche(prezzemolo erba cipollina timo)
1 spicchio di aglio
un litro di brodo
olio
sale e pepe

preparate la zuppa di funghi. sbucciate la cipolla e l'aglio  pulite la carota e il sedano e tritateli grossolanamente. Pulite anche i funghi  eliminando  la parte del gambo più dura  e terrosa sbucciatele. patate e tagliatele a pezzi
Fate appassire  il trito di verdure in una padella con 3 cucchiai di olio  unite i funghi e lasciateli insaporire per qualche minuto mescolandoli. Aggiungete le patate e il brodo.  e metà delle erbe aromatiche tritate fini  regolate di sale  pepate e proseguite la cottura  a fuoco dolce per 30  minuti mescolando di tanto in tanto.
Al termine  togliete la zuppa dal fuoco e lasciatela riposare  per qualche minuto, unite le erbe aromatiche che restano e una macinata di pepe e servite

domenica 27 settembre 2015

Boletus satanas

Il Boletus Satanas cresce  di primavera e d'estate  nelle radure solatie dei boschi asciutti di latifoglie .
Ha il Gambo globulare poi convesso vellutato  ma presto glabro biancastro  o con sfumatura olivastra poi con chiazze gialle rosse brunastre olivastre fuligginose Il gambo è  grosso tozzo sodo pieno appare rosso ma ocraceo al piede a motivo del reticolo che lo adorna e che prevalentemente rosso  ma anche roseo bruno ed olivastro su di un fondo pallido prevalentemente giallo  a volte il reticolo  è sostituito da chiazze di detti colori .
La carne del Boletus Satanas  è spessa presto spugnosa biancastra con chiazze giallognole all'aria diventa lentamente azzurrognola  e poi di nuovo biancastra.
L'odore e il sapore sono grati nei funghi immaturi  poi disgustosi I pori sono piccoli e rotondi  gialli presto rossi  poi stinti  ammaccati diventano  azzurri poi glauchi . I Tuboli  poco o punto raccordati al gambo gialli poi olivastri: Le spore bruno olivastre.
VELENOSO

canestrelli

i canestrelli siamo abituati a mangiarli confezionati ma se  non li avete mai assaggiati freschi non sapete cosa vi siete persi eccezionali e durano come gli altri biscotti conservati in un barattolo di vetro

dosi per 4 persone

ingredienti
300g di farina
200g di fecola di patate
300g di burro
2 uova
180 g di zucchero
zucchero a velo a piacere

sulla spianatoia impastate la farina con il burro  precedentemente ammorbidito insieme allo zucchero  e ai due tuorli  spinate l'impasto  con il mattarello ricavate con gli stampini  di ferro dei biscotti  spennellateli con l'albume adagiateli su una placca da forno  e infornate a fuoco leggero per 20' 
servite i canestrelli freddi  imbiancati di zucchero a velo

gelatina di uva fragola

un'alternativa alla marmellata ecco la gelatina di uva fragola dolce e leggera per un intermezzo squisito.

ingredienti

6 kg di uva fragola
1kg di zucchero

per questa gelatina è richiesta una grande quantità di uva. Bisogna lavare accuratamente i grappoli sgranarli e metterli in una casseruola, pigiando con le mani per far rompere i chicchi  portate ad ebollizione e lasciate su fuoco medio per 10'  poi rovesciare il composto  in un setaccio pigiate con le mani  e con un cucchiaio di legno per far rimanere le bucce e i semi nel setaccio. mettete il succo filtrato  in una cassaruola e aggiungere lo zucchero  mettete a casseruola sul fuoco  mescolando con un cucchiaio di legno  per far sciogliere lo zucchero  almeno due ore  quando il composto bolle togliete la schiuma nera  tenete il fuoco  abbastanza alto  per far evaporare l'acqua. Fate la prova del piattino se facendo una striscia rimane nel piatto vuol dire che la gelatina di frutto è pronta.

salsa di noci

pansoti alla salsa di noci
la salsa di noci è una salsa facile e di sicuro successo si può usare per condire la pasta fresca all'uovo soprattutto i famosi pansoti e ottima con le trofie alle castagne e per chi ama le noci può essere uno snack goloso con una fetta di pane.

dosi per 4 persone

20 gherigli di noci
una manciata di  pinoli
1 spicchio di aglio
1 confezione di panna da cucina
1 panino raffermo
1/2 bicchiere di latte
1/2 bicchiere di olio
sale grosso

mettete i gherigli in acqua calda lasciandoli riposare alcuni minuti così sarà più facile pelarli.
mettete nel mortaio  l'aglio  un po' di sale grosso  i gherigli delle noci  e la mollica del panino ben bagnata nel latte  e poi strizzata pestate il tutto con cura in modo da ottenere una crema vellutata  passatela al setaccio  e mettete il ricavato  in una ciotola diluito con un po' di olio e mantecate con la panna. ecco pronta la nostra salsa

 


sabato 26 settembre 2015

gelatina di spritz


un famosissimo aperitivo lo spritz diventa solido con la gelatina ecco un modo divertente per servirlo

200ml di Aperol
150 ml di prosecco
50 nl di acqua tonica
8 g di gelatina in fogli
arancia per decorare

mettere la gelatina in acqua fredda per ammorbidirla
preparare lo spritz con prosecco acqua tonica e Aperol metterlo sul fuoco senza farlo bollire aggiungere la gelatina e farla sciogliere completamente servire la gelatina di spritz a piacere in bicchieri o tagliata a cubetti o messo in uno stampo guarnire a piacere

biscotti all'anice

i biscotti all'anice o anicini si preparano in molte regioni d'Italia ecco qui una versione della cucina genovese buonissimi e facilissimi da preparare


dosi per 4 persone

ingredienti

500 g di zucchero semolato
10 uova intere
1 bicchierino di acqua ai fiori di arancio
1 cucchiaio di semi di anice
400g  di farina  bianca tipo 00
burro per ungere

In una ciotola grande spaccate le uova versate i soli tuorli  e mescolateli con lo zucchero semolato  a parte montate a neve gli albumi  poi aggiungete i tuorli  i semi di anice e l'acqua aromatica  mescolate ancora con cura quindi runite per ultima la farina . Mescolate adagio  e lasciate riposare per 10 minuti
intanto ungere con il burro le pareti  di uno stampo  riempitelo di composto  spianate la superficie  e mettete a cuocere in forno già caldo  a 180° per 20 minuti  sfornate lo stampo  lasciate raffreddare completamente quindi una volta tolto l'impasto  tagliatelo a fettine infornate di nuovo  servite i biscotti all'anice freddi questi sono veramente bis cotti cioè cotti due volte ottimi per fine pasto ma anche per merenda e colazione

liquore al basilico

il liquore al basilico è un liquore un po' inusuale  ma da provare non è difficile ci vuole meno pazienza degli altri liquori perché dopo 15 giorni è pronto

ingredienti

30 foglie di basilico
1 litro di vino bianco
300g di alcool puro

mettete 30 foglie di basilico  a macerare nel vino bianco  di ottima qualità tipo moscato o malvasia  al quale avrete miscelato l'alcool  puro. Lasciate in infusione il liquore per 15' poi filtratelo.

acciughe marinate

le acciughe marinate sono un tipico antipasto genovese. E per realizzarlo è necessario che il pesce sia freschissimo 

dosi per 4 persone

ingredienti
 1 kg di acciughe
1/2 litro di olio
1 bicchiere di aceto di vino bianco
un ciuffo di prezzemolo
un ciuffo di basilico
sale e peperoncino tritato

pulite squamate ed eviscerate i pesci  asciugateli. metteteli in ordine  in un largo piatto da portata 
Versate l'aceto  con i sale e il peperoncino  sui filetti, e lasciate in infusione per  un'ora. Tritate finemente l'aglio  il basilico  e il prezzemolo spargeteli sopra i filetti e copriteli con olio, dopo un'ora le acciughe marinate sono pronte per essere servite

frittelle di zucchine

E' possibile accompagnare le frittelle con zucchine con  una salsa alla panna. Mescolate la panna con un po' di succo di limone  sale pepe ed erbe a piacere

dosi per 4 persone

ingredienti
750 g di patate
250 g di zucchine
1 presa di noce moscata
1
cucchiaino di origano
4 cucchiai di olio

cuocere le patate in acqua salata e lasciar raffreddare.
pelarle  e grattugiarle grossolanamente. Salare  e pepare pulire lavare grattugiare le zucchine.
Mescolarle  con le patate insaporire con noce moscata e origano.
scaldate l'olio  in una padella  versate un massa di composto sufficiente per 2 o 3 frittelle  e dorarle  per circa 6 minuti. Girare le frittelle e dorarle dall'altro lato

venerdì 25 settembre 2015

mousse al cioccolato bianco

fare attenzione che il cioccolato bianco si a liquido ma non troppo caldo  poiché l'albume non deve coagularsi.

dosi per 8 persone

ingredienti

3 uova
250 ml di panna
200g di cioccolato bianco
50 g di zucchero semolato
salsa al cioccolato

separate l'albume dal tuorlo  sbattete l'albume a neve. Far sciogliere  a bagnomaria il cioccolato sbattete i tuorli fino a che diventeranno schiumosi  poi incorporarli insieme con lo zucchero al cioccolato  fuso estratto dal bagnomaria.
In seguito  incorporare delicatamente la panna montata e l'albume a neve
Versate la mousse di cioccolato in una ciotola  e lasciate  riposare al freddo per una notte  formare  delle porzioni    decorare con la salsa al cioccolato.

succotash

il succotash è un piatto a base di fagioli in questa ricetta insieme alle patate Considerando che è un piatto economico divenne molto popolare durante la grande depressione degli Stati Uniti

dosi per 4 persone

ingredienti

2 cipolle
1 peperone
2 cucchiai di burro
2 patate
350 g di fagioli rossi
800g di pomodori
400g di mais
1 cucchiaino di zucchero
sale e pepe

preparare il Succotah. pelare e tritare le cipolle, pulire il peperone tagliarlo a cubetti
sciogliere il burro in una padella e rosolare le verdure.
Pelare  le patate e tagliarle. Aggiungere le patate con 250 ml di acqua alle verdure e lasciar cuocere a fuoco lento per 15'
scolate i fagioli e aggiungeteli in padella quindi lasciar cuocere per 15'
aggiungere i peperoni  il mais lo zucchero  aggiustare di sale e pepe ed ecco pronto il vostro
succotash

zuppa di carote

per la preparazione di questa zuppa di carote abbiamo usato il brodo ma per chi ama i sapori freschi e fruttati può sostituire 200ml di brodo con la stessa quantità di succo di arancia

dosi per 4 persone

ingredienti
1 cipolla
2 spicchi di aglio
3 carote
1 gambo di sedano
1,5 cm di radice di zenzero
2 cucchiai di olio di oliva
1 litro di brodo
1/2 mazzetto di coriandolo
sale e pepe
2 cucchiai di panna

pelate e tritate la cipolla l'aglio. Pelare le carote e tagliare il sedano  pelare e grattugiare la radice di zenzero.
Scaldare l'olio in una pentola e rosolare la cipolla l'aglio  aggiungere le carote  il sedano lo zenzero  e lasciate rosolare. aggiungere il brodo e lasciar cuocere per 30' 
In seguito passare le verdure  tritare il coriandolo  aggiungerlo  alla zuppa insaporire di sale e pepe.
portate ad ebollizione e guarnire con panna

mosto cotto

Il mosto cotto o sapa è un denso sciroppo  che si ottiene facendo bollire a lungo il mosto 
Viene chiamato vincotto ma erroneamente in quanto non è il vino che si fa bollire ma il succo d'uva prima che cominci a fermentare.
Il mosto cotto era noto e adoperato all'epoca romana come bevanda  mista  a neve. Nel medioevo  veniva impiegato  nei dolci  si aggiungeva acqua al mosto  e cuocendo si riduceva di 1/3  de volume iniziale veniva chiamato careno; se si faceva ridurre al 1/2 si chiamava defrito  o defurto
sapa se prodotto  dalla metà
Anticamente  ottenuto il cotto lo si lasciava riposare in un vaso sigillato per 30 giorni  pima di trasferirlo  nei recipienti di servizio  oggi in vasi di creta  per una decina di giorni poi in bottiglie  ben turate
Il mosto cotto  è un ottimo dolcificante  per dolci pugliesi  ma viene usato anche come medicinale nelle infezioni delle vie respiratorie.
In Puglia è chiamato  cutte  o cuttu, Da paese a paese variano  i metodi di preparazione 
questo è quello più semplice : togliere dal grappolo gli acini di uva  bianca si pestano in un grosso  setaccio di fero a buchi piccolissimi  appoggiato  su una caldaia di rame non stagnata o su una grossa pentola di alluminio: IL mosto  che si ricava si mette a cuocere a fuoco lento togliendo la schiuma quando  viene a galla. Quando il mosto  si sarà ridotto  nella quantità di 1/2  rispetto a quella iniziale la cottura sarà raggiunta.
Comunque  si può farne la verifica facendo cadere qualche goccia su un piatto  se strisciandovi  con dito si forma un canaletto  che non si ricompone la cottura è quella giusta.
Si passa poi il vaso di creta e si procede come si è detto avanti .
Quando cuoce il mosto è proibito  secondo la credenza popolare  a qualunque donna estranea alla famiglia  e che si trovi nel periodo mestruale  essere presente perché il mosto  cotto si guasterebbe  nella bottiglia si formerebbero due strati  uno di zucchero e uno acquoso in superficie

giovedì 24 settembre 2015

grappa alla ruta

Nonostante le proprietà curative della ruta soprattutto in infusioni è sconsigliabile toccarla a mani nude perché provoca rossori e bolle e anche ingerirla perché provoca irritazioni
Invece la ruta è molto utilizzata nella preparazione di una grappa deliziosa.

ingredienti

1 litro di grappa almeno a 40°
2 ramoscelli di ruta
3 foglie di basilico

dopo aver unito alla grappa i ramoscelli di ruta  e le foglie di basilico  tappate il bottiglione e lasciate macerare per 11 giorni, ricordando di scuotere spesso la grappa.
Filtrare nelle bottiglie  ma conservate i ramoscelli di ruta che andranno poi rimessi nella grappa lasciar riposare 2 mesi.


ravioloni

questi ravioloni sono detti anche (scarfiuni) in Puglia sono  fatti con pochi semplici ingredienti tanto che non ci si crede a quanto siano buoni

dosi per 6 persone

ingredienti
500g di farina
5 uova
500g di ricotta
100g di formaggio  pecorino
sale

preparate i ravioloni. Impastate la farina con due uova  un po' di acqua tiepida e di sale. Lavorate a lungo l'impasto  poi rendere la sfoglia molto sottile  ricavarne tanti dischetti con l'orlo di un bicchiere.
Preparate  il ripieno.  fatto di 3 uova, 100g di formaggio  pecorino grattugiato ricotta  amalgamate il tutto 
Sistemate sui dischetti un po' di ripieno e ripiegare in due e premere bene per sigillarli .
cuocerli in acqua bollente e servirli con pecorino oppure se volete con un ragù

fettuccine Alfredo

le fettuccine Alfredo sono un piatto nato in Italia ma che adesso è più famoso in America uno dei piatti più serviti nei ristoranti americani  apprezzati da tutti.
Le fettuccine Alfredo sono nate a Roma e sono una versione della classica pasta al burro.Sono un piatto veloce e delicato per una cena improvvisata.se volete potete condirlo con pepe e noce moscata o con spezie a vostro piacere.

dosi per 4 persone
350 g di fettuccine all'uovo
burro
parmigiano
sale

fate bollire le fettuccine in acqua bollente salata se sono fresche potete aggiungere un goccio di olio in modo che non si attacchino.
In una terrina mettete il burro e il parmigiano aggiungete le fettuccine in modo che  il burro e il parmigiano si sciolgano e formino una deliziosa salsina servite le fettuccine Alfredo ben calde potete spolverizzare con spezie a piacere

ravioli di pesce

questi ravioli di pesce vengono conditi con un sugo gustoso di patate olive e capperi.

dosi per 4 persone

ingredienti

400g di farina
4 uova
350 g di filetti di merluzzo
300g di patate
5 pomodori
25 olive snocciolate
2 cucchiai di capperi sott'aceto
1 cipollotto
1 mazzetto di prezzemolo
3 rametti di timo
 4 cucchiai di olio
sale e pepe

mentre lessate  le patate senza sbucciarle preparate i ravioli  con 400g di farina tre uova  qualche cucchiaio di acqua  e un pizzico di sale lasciar riposare.
scolate le patate quando  sono ancora ben sode  lasciate intiepidire  e dopo averle pelate tagliatele a dadini  spezzettate grossolanamente  le olive  sciacquate i capperi  lessate e tritate  finemente il prezzemolo 
sbucciate l'aglio  e i pomodori, private questi ultimi dei semi e tagliateli  a dadini  e ponete entrambi  gli ingredienti  in una padella con 4 cucchiai di olio  sale pepe
dopo 2 minuti aggiungete i dadini di patate  e i pezzetti di olive  e dopo altri 2 minuti  aggiungete prezzemolo tritato e capperi . Mescolate e spegnete.
per il ripieno dei ravioli  cuocete a vapore i filetti di merluzzo e sbriciolateli finemente. tritate il timo con il cipollotto  amalgamate il tutto  con l'uovo rimasto e  sale e pepe
stendete la pasta  all'uovo tagliatela a quadretti  suddividete il ripieno di pesce sui quadretti e chiudete a triangolo premete bene in modo che i ravioli non si aprano in cottura
servite con il sugo di patate

mercoledì 23 settembre 2015

antipasti di salumi

gli antipasti di salumi sono i più semplici da preparare.
Se volete stupire scegliete salumi un po' insoliti o di eccellenza   e accompagnate se volete fichi ben maturi o fette di melone, il melone va servito senza essere condito anche se talvolta si usa spolverizzarlo con sale e pepe
Inoltre possono essere serviti con tigelle, deliziosi con gnocco fritto, accompagnati da scones, o da bignè, biscotti salati
Di solito i salumi vengono serviti su un tagliere il che migliora molto la presentazione meglio che il tagliere sia pulito e non quelo utilizzato per tagliarli
Le fettine di salumi possono essere disposte a ventaglio oppure tagliati a dadini.
Agli antipasti di salumi possono essere aggiunto mozzarelline oppure pomodorini  e olive
I prosciutto cotto arrotolato e farcito con insalata russa:
Gli affettati più grandi possono essere arrotolati  su grissini.
Il salame può essere messo a forma di fiore.
Di per sé già i salumi fanno venire l'acquolina in bocca ma la vostra fantasia può arricchire ulteriormente un piatto già ricco
gli antipasti di salumi sono tipici italiani perché in Italia abbiamo tantissimi buoni salumi che si possono utilizzare per un aperitivo o un antipasto  ricco e facile senza  cucinare  quindi pane e salumi misti bastano per accontentare tutti  con la loro sapidità e gusto  ottimi in ogni occasione sia di festa che di tutti i giorni  buon appetito

frittelle di ricotta dolci

queste frittelle di ricotta dolci sono golosissime servite con salsa di mango e frutti di bosco

dosi per 4 persone

ingredienti
per le frittelle di  ricotta
250 g di ricotta
2 uova
6 cucchiai di farina tipo 00
20 g  di burro
2 cucchiai di buccia  di limone grattugiata
1 cucchiai di zucchero
per la salsa al mango e frutti di bosco
4 cucchiai di zucchero a velo
2 mango
250 g di frutti di bosco
2 cucchiai di creme fraiche
olio di semi per friggere

In una terrina lavorate a crema la ricotta con le uova aggiungere la farina setacciate e mescolate energicamente  con una frusta. Incorporate quindi il burro ammorbidito  la buccia di limone  e un cucchiaio di zucchero semolato  fino ad ottenere un composto omogeneo lasciate riposare in un posto fresco per 2 ore.
Sbucciate i mango  tagliateli a metà eliminando il nocciolo centrale e frullate la polpa nel mixer insieme  con un cucchiaio di creme fraiche  raccogliete  la salsa in  una brocca
mondate i frutti di bosco  zuccherateli  leggermente  e passate anch'essi  nel insieme alla creme fraiche  raccogliendo il frullato in una brocchetta
prelevate dei gnocchi di impasto e friggete in olio di semi.
 servite le frittelle di ricotta  con i due tipi di salsa

polpettine di pesce

All'interno delle polpettine di pesce in questo caso inseriamo le code di gamberi aromatizzate con le spezie
dosi per 4 persone

ingredienti
300g di filetti di cernia
200g di filetti di trota salmonata
200g di filetti di sogliola
300g di code di gamberi 
2 uova
1 porro
180g di mollica di pane
80 g di pangrattato
1,5 dl di latte
1 ciuffo di prezzemolo
1 ciuffo di coriandolo
1 limone non trattato
1 pezzetto di radice di zenzero
 1 pizzico di peperoncino
olio sale

versate il latte in una ciotola e fatevi ammorbidire la mollica di pane spezzettata. Mondate il porro  e scottatelo  per 3 '  in acqua bollente  salata scolatelo  fatelo raffreddare  sotto l'acqua  corrente poi a rondelle sottili.
Lavate i  filetti  di pesce tamponateli con carta assorbente  da cucina  e riduceteli a pezzetti  frullateli nel mixer  insieme con le erbe aromatiche  ben lavate  e il peperoncino.
Trasferite il trito  in una terrina  e aggiungete  lo zenzero sbucciato e grattugiato  la mollica strizzata il succo e la buccia grattugiata del limone  ben lavato  il porro e le uova  precedentemente  sbattute con un pizzico di sale.
Amalgamate  il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo  se risultasse troppo morbido incorporate del pangrattato.
 Con  le mani  inumidite  prelevate piccole porzioni di composto  formate delle polpettine della grandezza di una noce infilate una coda di gambero e  passate le polpettine di pesce nel pangrattato  e friggetele in abbondante olio ben caldo.
servite calde con guarnizione a piacere

cucina cinese - straccetti di vitello

la ricetta di questi straccetti di vitello arriva dalla provincia dello Sichuan  una zona di montagna della Cina infatti abbiamo messo i funghi Mu Er tipici della cucina cinese

dosi per 4 persone

ingredienti
 500g di straccetti di vitello
2 cucchiai di fecola di patate
1 cucchiaio di salsa di soia
2 cucchiai di pasta di soia piccante
30 g di funghi secchi  Mu er
1 cipollotto  novello
6 fettine di zenzero
 2 spicchi di aglio
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di aceto
1 cucchiaio di  olio extravergine
1 dl di olio di semi di mais
sale

prendete gli straccetti di vitello e infarinateli  con 1 cucchiaio di fecola di patate  irroratela con la salsa di soia  e un cucchiaio di acqua  quindi regolate di sale  e mescolate bene il tutto  fate ammorbidire i funghi  in acqua calda per 10'   scolateli eliminate eventuali impurità e tagliateli a pezzetti.
Scaldate l'olio di semi di mais  unite gli straccetti  fateli saltare  a fiamma vivace per 1'
mondate il cipollotto, lavatelo  e tritatelo insieme con le fettine di zenzero  e gli spicchi di aglio sbucciati 
prelevate due cucchiai di olio di cottura della carne e versateli nella stessa padella.  fatevi saltare gli ingredienti  tritati e la pasta di soia  per circa 1 minuto quindi unire i funghi  la carne lo zucchero l'aceto e l'olio di sesamo  fate saltare  il tutto per qualche minuto  dopodiché cospargete con la fecola rimasta  che avrete diluito in  3 cucchiai di acqua fredda.
mescolate per alcuni istanti e servite decorando a piacere vedrete che buon profumino sembrerà di stare al ristorante cinese

pollo con i funghi

Questa ricetta di pollo ai funghi rimane saporita grazie alla salsina densa  che raccoglie tutti gli aromi

dosi per 4 persone

ingredienti

1 pollo di 1,5 kg
1 cucchiaio e 1/2 fi burro
250 g di  prosciutto crudo a dadini
2 cipolle
250 g di funghi
1/2 di aglio schiacciato
1 mazzetto aromatico 
250 g di polpa di pomodoro
sale e pepe

fondete il burro  e fatevi saltare i dadini di prosciutto  su fuoco medio  per qualche minuto. aggiungete il pollo a pezzetti  fateli rosolare con il prosciutto. Fateli rosolare per 5-6 minuti
fino a che la carne non risulterà  bianca.
Nel frattempo  pulite i funghi affettateli 
aggiungete al pollo le cipolle sbucciate e affettate al velo i funghi  l'aglio  e il mazzetto aromatico ben lavato  e legato con il refe  da cucina regolate di sale e pepe e continuate a cuocere mescolando
aggiungete poi la polpa di pomodoro   e proseguite la cottura per 10'  trasferite il pollo su un piatto da portata elimina il mazzetto aromatico
versare il brodo  in una padella fatelo sobbollire fino a che si addenserà regolate di sale versate la salsina che si è formata e il pollo con i funghi è pronto


martedì 22 settembre 2015

la cucina egiziana - baklawa

baklawa
la cucina egiziana - baklawa
i baklawa sono un  dolce   ricco di  pistacchi e zucchero  tipico della cucina egiziana ma anche turca delizioso facile da realizzare attenzione solo alla pasta fillo, si rompe facilmente

dosi per 4 persone

ingredienti
per i baklawa
8 fogli di pasta fillo
350 g di pistacchi sgusciati
100g di burro
per lo sciroppo
150 g di zucchero
un limone
acqua di fiori di arancio

preparate i baklawa. Adagiate la metà dei fogli di pasta fillo  sul fondo di una pirofila  imburrata. Fate liquefare 790 g di burro  e con la metà di esso  spennellate i fogli di pasta.

Accomodatevi i pistacchi tritati e coprite con gli altri fogli di pasta spennellati di burro . Cuocete a 170° per 45 minuti   alzando la temperatura a 210° nei 10 minuti finali

Preparate lo Sciogliete lo zucchero con 2 bicchieri di acqua  e il succo di mezzo limone  fate sobbollire fino a che lo sciroppo non sarà denso 
Aggiungete  2 cucchiai d'acqua di fiori di arancio dopo 2 minuti  togliete dal fuoco  e fate intiepidire

Quando il dolce è cotto  cospargete di sciroppo  e tagliatelo a rombi avrete ottenuto i deliziosi baklawa

macchina del pane - consigli ingredienti

La macchina  per il pane attualmente è uno dei più popolari e  gadget da cucina in quanto  sforma  pane fresco semplicemente premendo  un pulsante . Lo forzo richiesto dal "panettiere " è davvero minimo.
Per i puristi  il processo  di mescolare gli ingredienti  impastare a mano e cuocere è un'arte affascinante  alla quale non si può  rinunciare in nome della comodità , ma  per la maggior parte dei cuochi indaffarati  una macchina per il pane è un sogno  che diventa realtà. Cosa c'è di meglio  che poter programmare il pane fresco che vi aspetto che vi aspetta pronto sia a colazione  che più tardi nella giornata per spuntini  o panini o per accompagnare un pasto principale?
Con la macchina per il pane si possono preparare svariate  ricette dalla pagnotta  base al pane  arricchito  dolce e saporito  fino a quello  senza glutine e ricette per torte e dolci da tè. A volte troviamo  numerosissime  idee per impasti fatti con la macchina, che vengono  poi stesi farciti modellati e cotti in modo tradizionale così da  ampliare la gamma di ottimo  pane che può  essere preparato con la macchina.

INGREDIENTI

La maggior parte degli ingredienti  utilizzati nella cottura con la macchina per il pane sono gli stessi utilizzati  per preparare il pane  con il metodo  tradizionale  alcuni però come il lievito  dovrete sceglierli  tra quelli appositamente  pensati per le macchine del pane

LIEVITO DI BIRRA

Scegliete un lievito di birra che riporti sull'etichetta "secco attivo " o disidratato " questo lievito  disponibile  è adatto ad essere mescolato direttamente  agli  ingredienti per il pane (i lieviti freschi devono essere riattivati con i liquidi  prima di essere aggiunti agli altri ingredienti )
FARINE

Per un pane ben lievitato  con una struttura soffice e leggera usate la "farina per pane " fatta di grano duro e con un elevato  contenuto  di glutine  La farina integrale forte o integrale  contiene  crusca e germi di grano che permettono di ottenere  un pane fragrante con una struttura  più consistente : Poiché  la crusca inibisce l'azione del glutine, il pane integrale lievita più lentamente e perciò  il programma  per le farine integrali  nelle macchine  per il pane durerà più a lungo

FARINE PRIVE DI GLUTINE

Queste farine sono ideale per tutti coloro che soffrono  di intolleranze al glutine
Disponibili nei supermercati e nei negozi bio  in genere contengono un miscuglio di  farine diverse
Alcune sono ideali per essere usate per le macchine del pane  e hanno un'aggiunta di addensanti naturali  che aiuta a riprodurre  la consistenza del pane
Tuttavia non aspettatevi che il pane privo di glutine abbia lo stesso sapore di quello tradizionale.

ZUCCHERO 

Lo zucchero, che aiuta  ad attivare il lievito può essere usato in varie forme dallo zucchero semolato a quello di canna grezzo allo sciroppo  d'acero al miele o all'estratto di malto. Se si utilizza nella macchina del pane una grossa quantità di zucchero si può ricorrere al programma dolce  in modo che la macchina cuocia a una temperatura inferiore ed eviti di bruciacchiarlo  all'estremità.

SALE
Il sale è un elemento chiave per il pane  perché controlla il livello di fermentazione  del lievito  se non amate il gusto salato  usatene poco ad esempio mezzo cucchiaino

LIQUIDI

Vanno sempre aggiunti freddi  l'acqua, il latte  sono quelli più frequentemente usati  ma altri liquidi quali sidro  yogurt vengono aggiunti come aromi

INGREDIENTI CHE ARRICCHISCONO

per arricchire gli impasti si possono usare  burro olio uova panna e formaggio. Usate il burro morbido
se volete arricchire con erbe o aromi aggiungeteli all'inizio con la farina
se sono secchi se sono umidi vanno aggiunti con i liquidi


timballo di melanzane e pasta

questo timballo di melanzane e pasta è un piatto unico completo. Ricco di carboidrati della pasta le proteine della mozzarella e le verdure.

dosi per 4 persone

ingredienti

2 melanzane
olio
1 spicchio di aglio
800g di pomodori
basilico
1 mozzarella
250 g di pasta tipo maccheroni
grana grattugiato
sale

tagliate le melanzane   a fettine senza sbucciarle  friggete nell'olio  poi trasferitele per qualche istante su carta da cucina. 
schiacciate l'aglio  soffriggetelo in 3 cucchiai di olio  unite la polpa tritata dei pomodori  senza pelle e semi e fate insaporire  per qualche minuto. 
Aggiungete qualche  foglia di basilico  e cuocete per 20' circa  saltando a fine costura.
lessate la pasta in abbondante acqua salata  scolatela al dente e conditela con la salsa di pomodoro.
Accendete  il forno a 200à  rivestite uno stampo con foglie di melanzane disponetevi la pasta  a strati con le fette di mozzarella  e grana grattugiato  poi lasciate nel forno per 20'  circa fate riposare per 5'  prima di servire ed ecco pronto il vostro timballo di melanzane e pasta

Boletus Aereus o porcino nero

Boletus Aereus
Il Boletus Aereus o Porcino Nero cresce nelle radure cespugliose  e sui dorsi  collinosi dei boschi di latifoglie  specialmente sotto i castagni e  e querce  nelle estati e negli autunni caldi delle regioni mediterranee.
I Boletus Aereus  ha il cappello emisferico poi convesso  vellutato e asciutto prima bruno-nero  poi sul fondo che è andato schiarendosi un po' si forma  come una specie di marmorizzazione dalle larghe chiazze  di colore più scuro  bruno- bronzeo. Il Boletus Aereus  non ha mai  tonalità  rossastre  o color granata può invece a volte assumere un tinta  molto sbiadita ocracea.
Ha il gambo  massiccio color cannella  o zafferano stagionando si  stinge  quasi sempre rivestito di fine reticolo  bianco in alto  bruno-marrone  al piede. La carne è soda  e compatta bianche anche sotto la cuticola  del capello. Odore e sapore grati . Pori piccoli  tondeggianti bianchi o biancastri  e fitti poi olivastri  accorciati presso il gambo  e quasi staccati  Spore bruno-olivastre 
COMMESTIBILE ECCELLENTE

lunedì 21 settembre 2015

fudge al cioccolato

fudge al cioccolato

Il fudge è un dolce tipico del regno unito  e degli Stati uniti  esistono molte variazioni da quello al cioccolato a quello alle noci  alle quali si possono aggiungere caffè menta e rum
dosi per 10 fette

ingredienti
per il fudge al cioccolato
75 g di cacao in polvere
75 g di cioccolato extra fondente
150 g di  burro morbido
250 g di zucchero di canna
2 grosse uova
200g di farina
lievito per dolci
per la glassa
200g di cioccolato extra fondente
175 g di zucchero a velo
150 g di burro ammorbidito

preparate il fudge al cioccolato. sbattete il cacao con 225 g di acqua bollente fino ad ottenere un composto omogeneo   aggiungete mescolando il cioccolato a pezzetti e lasciate raffreddare fino a che il cioccolato non si fonde
mescolate unite  il burro  lo zucchero le uova la farina e il lievito amalgamate per bene
mettete in uno stampo e infornate a 180 per 30' poi controllate la cottura del fudge con uno stecchino
preparate la glassa.  fate fondere il cioccolato  e lasciate raffreddare. Sbattete  insieme il  lo zucchero a velo e il burro poi incorporate il cioccolato . tagliate a metà il dolce e farcite con un quarto della glassa  traferitelo  su un piatto  da portata e usate un coltello per spalmare la glassa sulla torta e sui fianchi

vellutata di lattuga

la morbidezza della vellutata di lattuga e del caprino entrano  in contrasto con la croccantezza della pancetta creando una piacevole sensazione

dosi per 4 persone

ingredienti
per la vellutata
500g di patate
150 g di lattuga
1 scalogno
1 gambo di sedano
sale
per guarnire
80 g di caprino
16 fettine di pancetta
pane
olio pepe

preparate la vellutata di lattuga. Bollite 800g di acqua con un gambo di sedano  con le sue foglie  qualche grano di pepe  uno scalogno sbucciato  e tagliato a pezzetti con un po' di sale
dopo 5' unite le patate  sbucciate e affettate sottilmente  fatele cuocere per 20'  negli ultimi 30 secondi unite anche la lattuga mondata e tagliata a pezzetti.
frullate il tutto con un mixer ottenendo una vellutata.
abbrustolite  in padella le fettine di pancetta  fino a che non diventeranno croccanti  tagliate a fette il pane  e ritagliatevi 20 crostini tondi  fateli rosolare con un filo di olio
guarnite la vostra vellutata di lattuga con i crostini con sopra il caprino  completate con erbette aromatiche e la pancetta e spolverizzare con il pepe

mini panini

questi mini panini sono arricchiti da vari semi  e spezie deliziosi  le spezie cajun sono un insieme di spezie tipiche americane originariamente provenienti dal nord America
mini panini

dosi per  10 mini panini

ingredienti
275 ml di acqua
30 g di burro
1 cucchiaino di sale
475  g di farina bianca  per pane
1 cucchiaino di zucchero
1 e 1/4 di lievito di birra
per completare
1 tuorlo 
semi di papavero
semi neri  di senape
semi di finocchio
 paprica 
rametti di rosmarino  spezie cajun  polverizzate
sale grosso


impastate  la farina con il burro il sale l'acqua  lo zucchero e il lievito  impastare bene fare un pagnotta e lasciar lievitare per  1 ora
riprendere l'impasto e formate 10 mini panini  dando la forma di un fiore  o a spirale o  a nodo come più vi piace poi lasciar lievitare per 30'
spennellare i mini panini con il tuorlo e  spolverizzare con i semi e le spezie infornare a 20° per 10'
fate raffreddare e servire

ferratelle morbide dolci al caffè

ferratelle
le ferratelle  un dolce tipico abruzzese cotto su una piastra  a quadrettini tipo waffel
in questo caso servite con crema alla nocciola

dosi per 4 persone

ingredienti per le ferratelle
240 g di farina
1 dl di latte
5 uova
80 g di olio di mais
1 dl di caffè lungo
1 cucchiaino di caffè solubile
1 bustina di lievito
sale

per crumble  alla nocciola
100g di farina
100g di farina di nocciole
100g di burro
100g di zucchero


per le ferratelle sbattete le uovo con olio  il caffè il latte unite la farina setacciata con il lievito  e mescolate fino ad ottenere un composto abbastanza denso . Se vi piace dare un gusto  intenso di caffè alle vostre ferratelle  unite anche un cucchiaio di caffè solubile.
aggiungete un pizzico di sale  e mescolate ancora.
scaldate una piastra per ferratelle e distribuitevi all'interno  l'impasto.
per il crumble  alle nocciole  in una terrina miscelate  le farine con lo zucchero e il burro a pezzetti fino ad ottenere un composto sbricioloso  distribuite le briciole  di impasto in una teglia rivestita  e infornate a 160° per 12'  levate e fate raffreddare
incorporate la panna alla crema pasticciera e farcite le ferratelle con la crema e con il crumble  servite





domenica 20 settembre 2015

uova strapazzate con formaggio di capra e erbe aromatiche

che ne dite di queste uova strapazzate. sono molto aromatiche sia per il formaggio di capra sia per le erbe. essendo particolarmente ricco di sapore non esagerate con il sale  servite su pane tostato  sono un'ottima alternativa al solito secondo

dosi per 4 persone

ingredienti
per le uova strapazzate
15 g di burro
3 uova  grandi
1 cucchiaio di latte
1 cucchiaio di panna 
sale pepe nero
per la guarnizione
100g di formaggio di capra
2 cucchiai di erbe miste tritate

fondete il burro  in una casseruola  a fuoco lento
mettete le uova in una ciotola mescolate per bene  aggiungete poi il latte  e insaporite  con sale e pepe 
versate le uova  nel burro  cuocete mescolando continuamente con un cucchiaio  raschiando anche il fondo della casseruola  e portando le uova dall'esterno verso il centro.
Le uova sono pronte quando formano dei grumi  soffici e cremosi  e sono appena rapprese
togliete dal fuoco e servite le vostre uova strapazzate con formaggio di capra e erbe aromatiche
con pane tostato caldo

rostì di patate con uova al tegamino e prosciutto

il rostì di patate si può servire anche da solo ma per chi ama le uova al tegamino  e il prosciutto sono ottimi accostamenti  con le patate

dosi per 4 persone

ingredienti per il rostì di patate
1 kg di patate
50 g di burro
per la guarnizione
4 uova
per
4 fette di prosciutto affumicato
sale e pepe  nero
ketchup per servire

grattugiate le patate usando una grattugia insaporitele con sale e pepe. fondete il burro in una grossa padella  per friggere  antiaderente. Suddividete il composto di patate  in 4  e date alle patate la forma di una focaccia. mettete in padella e cuocete 5' per parte. le patate devono diventare leggermente dorate
cuocete nel frattempo le uova al tegamino 
ecco pronto il vostro rostì di patate servite con prosciutto e le uova

crespelle agli spinaci

per le crespelle agli spinaci dovete tritare molto fini gli spinaci per fare in modo che la pastella sia fluida e compatta variazione sul tema delle crespelle.
E' un'idea non solo bella da vedere ma gli spinaci danno un tocco in più.

dosi per 6 persone

ingredienti
per le crespelle
50 g di purea di spinaci
175 g di farina
1/2 litro di latte
3 uova
30 g di burro
sale
 per il ripieno  di ricotta
200g di fesa di tacchino
200g di ricotta
1 fiordilatte
1 ciuffo di prezzemolo
parmigiano grattugiato
sale e pepe
inoltre
1/2 litro di besciamella
parmigiano

preparate le crespelle. raccogliete la purea di spinaci, ben scolate e strizzate nel bicchiere del mixer unite le uova  e frullate.
setacciate la farina unite sale e mescolando continuamente diluite con il latte freddo, facendo attenzione  che non si formino grumi  aggiungete  il composto di uova e spinaci  al composto di farina  e latte insieme al burro  fuso  e amalgamate  fino ad ottenere una pastella fluida.
coprite con pellicola trasparente  mettete in frigo  e lasciate riposare per almeno mezz'ora
intanto preparare il ripieno. passate la ricotta  al setaccio  e raccoglietela in una ciotola  unite il fiordilatte  e il prezzemolo tritati  finemente aggiungete 40 g di parmigiano  e a
malgamate .
Regolate di sale profumate con una macinata di pepe  e amalgamate ancora
trascorso il tempo di riposo riprendete la pastella  imburrate un pentolino e cuocete le crespelle
stendete le crespelle su un piano di lavoro coprite con fette di fesa di tacchino  e il ripieno ai formaggi.  arrotondate  a cannellone  e tagliate  i cannelloni a rondelle  mettete in una pirofila le crespelle e ricoprite con besciamella e parmigiano fate gratinare in forno per 15' sotto il grill

sabato 19 settembre 2015

torta con crema al mascarpone

la torta con crema al mascarpone è un'alternativa al solito tiramisù. Gli strati della torta sono fatti di waffle al posto dei savoiardi.
dosi per 4 persone

ingredienti
per gli strati della torta
250 g di farina
1/2 litro di latte
2 uova
60 g di burro
40 g di zucchero
1 bustina di lievito
sale
per la crema
125 g di panna fresca
250 g di mascarpone
30 g di zucchero
per salsa moscovado
120 g di burro
120 g di zucchero moscovado (di canna)
150 g di panna montata

preparare gli strati della torta. miscelare la farina lievito e zucchero. unite le uova sbattute e lavorate bene. Aggiungete a filo il latte  mescolando in continuazione  con una frusta  e unite infine il burro fuso e un pizzico di sale  se ci fossero troppi grumi passare il tutto al colino. fate riposare per 20 minuti.
per la crema al mascarpone unite la panna il mascarpone  e lavorate con la frusta  conservate i frigo
per la crema al moscovado. In una casseruola  raccogliete la panna  montata lo zucchero e il burro  mescolate bene  mettete sul fuoco  e fate bollire  per alcuni minuti  finchè non diventerà  spessa e più scura.
scaldate la piastra  per gaufre e distribuitevi all'interno l'impasto  chiudete e lasciate  cuocere per qualche minuto 
quando saranno dorate  e croccanti fino ad esaurimento  dell'impasto.
formate la torta con strati di waffel e crema al mascarpone  e nappate con la salsa al moscovado  cospargete con gherigli di noce.

pancake dolci

adoro i pancake salati ma i pancake dolci mi fanno perdere la testa ottimi  i pancake dolci  per colazione  ma secondo me vanno bene sempre anche come merenda. la presentazione colpisce molto per i colori dei frutti di bosco poi quando assaggi gnam buonissimo !

dosi per 4 persone

ingredienti

per i pancake

300g di farina
2 cucchiaini e mezzo di lievito
1/2 cucchiaino di sale
1 uovo
425 ml di latte
25 g di burro fuso
olio
per la guarnizione
250 g di frutti di bosco misti
2 cucchiai di zucchero a velo

setacciate la farina con il lievito aggiungere il sale  in una ciotola  fate una fontana e metteteci al centro l'uovo e il latte  continuate a mescolare  fino ad ottenere una pastella omogenea aggiugnete il burro fuso sempre mescolando.
scaldate una padella con olio  versate la pastella per i pancake  cuocete per 1-2 minuti fino a che non iniziano a formarsi delle bolle in superficie.
girate con attenzione i pancake e cuoceteli per altri 2 minuti
unite 250 g di frutti di bosco misti a 2 cucchiai di zucchero a velo in una casseruola e scaldate a fuoco basso fino a che non diventeranno soffici  e succosi.
ecco i vostri pancake dolci non vi resta che coprirli con la salsa ai frutti di bosco

salumificio la Perla Langhirano Parma

 salumificio La Perla Langhirano Parma un salumificio aperto da più di 20 anni che si occupa per lo più della produzione del Crudo di Parma ...