IL CIOCCOLATO

il cioccolato una passioneIL CIOCCOLATO NASCE DALLA LAVORAZONE DELLE FAVE CONTENUTE NEL FRUTTO DELL'ALBERO DEL CACAO VENGONO FATTE FERMENTARE ED ESSICARE  POI SGUSCIATE E TOSTATE
VENGONO POI MACINATE SI OTTIENE COSI' UNA PASTA COMPOSTA AL 55% DA BURRO DI CACAO
SI FRULLA DIVENTA QUINDI OMOGENEO LISCIO A QUESTO COMPOSTO DI AGGIUNGE BURRO DI CACAO SI FINSCE CON IL TEMPERARLO E METTERLO IN STAMPI
LA LEGGE CONSENTE DI USARE FINO AL 5% DI BUON CIOCCOLATO  DOVEREBBE ESSERE CONSTITUITO DA 45% DI CACAO  E 28% DI BURRO DI CACAO

IL TEMPERAGGIO  E' UN TRATTMENTO TERMICO PER PREPARARE CIOCCOLATINI DECORI COPERTURE CROCCANTI
IL CIOCCOLATO VIENE SCALDATO  MODELLATO E POI ATTO SOLIDIFICARE DIVENTA LUCIDO E SETOSO  CROCCANTE QUELLO BIANCO AVVINENE A TEMPERATURE DI 2° INFERIORI A QUELLE DEL FONDENTE

LA FUSIONE SE SI FONDE NON SI RIESCE A MODELLARE PERO' SIPU' AGGIUNGERE A  IMPASTI E CREME  E COME BASE DI SALSE 
UNA SALSA POTREBBE ESSERE QUESTA
SCIOGLIERE A BAGNO MARIA 120G DI CIOCCOLATO FONDENTE CON 50G DI ZUCCHERO  7 G DI MAIZENA  E 300G DI LATTE  IL TUTTO VA MESCOLATO E RAFFREDDANDOSI DI VENTA DENSO E VELLUTATO LA CREMA GANCHE E' LA PBSE PER TARTUFI
E' POI CHE BUONA LA CIOCCOLATA DA BERE NELLE FREDDE GIORNATE DI INVERNO

FUSIONE
ROMPERE IL CIOCCOLATO  E FONDERLO A BAGNOMARIA NON IN EBOLLIZIONE MESCOLARE DI CONTINUO  A FIAMMA TROPO ALTA FA I GRUMI

TEMPERAGGIO
SCIOGLIERE IL CIOCCOLATO A BAGNOMARIA FINCHE ' NON VELERA' IL CUCCHIAIO
VERSARE I 2/3 DEL CIOCCOLATO SU UN PIANO DI MARMO  SPATOLARLO  SENZA INTERRUZIONE  FINCHE' DIVENTERA'  COMPATTO 
RIMETTERLO CON ALTRO CIOCOLATO  A BAGNOMARIA RIPORTALO ALLO STATO FLUIDO ADESSO E' TEMPERATO

FARE LE FOGLIE
SPENNELLATE DELLE FOGLIEDI CIOCCOLATO TEMPERATO  FARLE SECCARE SEPARARE DELICATMENTE IL CIOCCOLATO
LE FOGLIE DEVONO AVERE NERVATURE MARCATE

Commenti

Post più popolari